Work life balance: il giusto equilibrio vita lavoro

equilibrio vita-lavoro-work-life-balance

Work life balance: il giusto equilibrio vita lavoro

L’equilibrio tra vita lavorativa e vita privata, conosciuto anche come Work life Balance, negli ultimi tempi è un tema sempre più dibattuto perché sono cambiati i modelli di riferimento rispetto ai termini vita, lavoro e equilibrio.

Equilibrio vita lavoro: nuovi modelli di riferimento

sassi in equilibrio-balance

Tra i fattori di cambiamento nel significato attribuito al Work life balance, vi sono la pandemia da COVID-19 che ha avviato la necessità di lavorare e studiare a distanza, cambiando improvvisamente le abitudini del passato.

Nel contempo, la maggiore diffusione di tecnologie nei lavori di ufficio e di studio ha resa concretamente esplicita la possibilità di percorrere alternative all’organizzazione del lavoro e apprendimento tradizionali, in aggiunta mescolando i confini, in precedenza rigidamente definiti, dei tempi delle attività lavorative e quelli di altre attività.

Inoltre, le giovani generazioni si sono progressivamente rese più desiderose di una vita lavorativa non solo sicura e stabile ma anche sostenibile nei tempi e nelle modalità di svolgimento.

Si sta dunque spostando l’attenzione dall’attività lavorativa come occupazione totalizzante ad esperienza da conciliare con altre attività di vita.

Lavoro e altre attività di vita: quali significati?

Quando mi trovo a lavorare su questo tema nella mia professione di coach, miro a facilitare il
raggiungimento di consapevolezza sui significati attribuiti
individualmente, da
ogni persona, ai termini equilibrio, vita e lavoro, per poi procedere nell’esplorazione dei compromessi che ognuna intende fare in favore del proprio equilibrio.

La consapevolezza sul significato e il valore che ogni persona può dare ai termini è importante, perché, a pensarci bene, il raggiungimento dell’equilibrio tra vita lavorativa e altro è una responsabilità individuale.

Work e life: in quale equilibrio?

Spesso, vita e lavoro sono due termini a cui ci si riferisce in modo distinto e riduttivo.

Per vita si intende quella personale fatta di famiglia, relazioni sentimentali, amici, hobby, cura di sé e il tempo libero, e per lavoro si intende l’attività lavorativa fatta di interventi per svolgere compiti più o meno importanti o più o meno urgenti.

In realtà le cose sono più articolate di così.

Infatti, gli ambiti di vita sono diversi e includono salute (con benessere fisico e mentale, l’alimentazione, l’attività fisica e il sonno), finanze (con la gestione del denaro, del risparmio e degli investimenti) e spiritualità (cioè la connessione con qualcosa di più grande di sé, che sia la religione, la natura o la filosofia).

Anche l’ambito del lavoro include dell’altro come: l’apprendimento continuo, lo sviluppo di nuove competenze e la ricerca di un senso e scopo nell’operatività.

Work life balance: un equilibrio nei diversi ambiti della propria vita

equilibrio nei diversi ambiti di vita

Lo spazio che il lavoro occupa nei diversi ambiti di vita può variare da persona a persona e può essere influenzato dai seguenti diversi fattori:

  • il tipo di lavoro: alcuni lavori sono più impegnativi di altri e richiedono un maggiore investimento di tempo e energie.
  • la fase della vita: le persone con figli piccoli o che si prendono cura di un familiare anziano potrebbero avere meno tempo da dedicare al lavoro.
  • la personalità: alcune persone sono più ambiziose e orientate al lavoro di altre e, in alcuni casi vi è una vera e propria identificazione.
  • i valori: per alcune persone, il lavoro è un valore fondamentale, mentre per altre è solo un mezzo per raggiungere altri obiettivi. Negli ultimi anni il tempo sta diventando sempre più il valore maggiormente ricercato nel luogo di lavoro.

Quando si percepisce l’esigenza di un maggiore equilibrio nei diversi ambiti della propria vita, di cui il lavoro occupa una parte, è bene verificare quali modifiche si possono apportare all’organizzazione delle proprie attività, soprattutto in termini di priorità, oltre che di tempo.

Questo rimane una responsabilità individuale legata al modo in cui si decide di voler vivere e dove dirigere il proprio focus e tempo.

L’attività di coaching supporta queste riflessioni e approfondimenti per capire cosa esattamente si vuole dalla propria vita.

Work life balance: strategie individuali di equilibrio

Non esiste una ricetta universale per raggiungere l’equilibrio tra vita e lavoro ma si può provare a considerare le seguenti strategie:

  • definire dei chiari confini riguardanti gli orari di lavoro e rispettarli, tenendo bene a mente quali siano i motivi eventuali per non rispettarli (es. reali emergenze, questioni di assoluta gravità);
  • imparare a delegare compiti che non necessitano un proprio intervento diretto;
  • stabilire delle priorità tra i diversi ambiti della vita e dedicare loro il tempo che si ritiene necessario e importante per sé;
  • prendersi cura di sé per rilassarsi, ricaricare le batterie, e fare cose che piacciono.

Spesso bastano piccoli cambiamenti alla propria routine per scoprire modi diversi di sentirsi soddisfatti e ritrovare equilibrio perché si sta scegliendo dove porre la propria energia”.(*)

Conclusioni: equilibrio vita lavoro per un maggiore benessere

In conclusione, i benefici dell’equilibrio tra vita e lavoro si ottengono con l’aumento della consapevolezza e della propria responsabilità rispetto al modo in cui si decide di voler vivere per ottenere un maggiore benessere.

Pensare a come trovare il proprio equilibrio tra attività lavorative e attività di vita richiede un impegno individuale, soprattutto in momenti di cambiamento e di eventi che ci coinvolgono a livello personale, nelle diverse fasi di vita.

Per lavorare con me su questi temi

Richiedi un colloquio

Ti potrà interessare anche

Welfare aziendale e wellbeing

(*)  Per approfondire il concetto di work & life balance puoi guardare questo contributo di Simon Sinek The RIGHT Way to Do Work life Balance | Simon Sinek